Expo 2015 l’imperdibile occasione

Expoooooooooooooooooooooooooo

Manca poco piu’ di un anno all’apertura dell’Esposizione Universale di Milano. Un evento che per importanza ricorda le Olimpiadi di Roma del 1960. Erano gli anni del boom economico che cambio’ il Paese. Il cantiere e’ aperto e basta mettere piede a Milano anche per poche ore per accorgersi che in citta’ c’e’ un fermento che non si riscontra in altre zone d’Italia . Un risveglio che ruota intorno al cibo, grande protagonista dell’Expo, a cui sono legate le speranze di ripresa economica del nostro paese, di una ripartenza dei consumi interni, ancora fermi al palo, come testimoniato di dati della Confcommercio di oggi, e soprattutto della creazione di nuovi posti di lavoro.
Si stima che l’impatto dell’evento dal 2012 al 2020 sia di 25 miliardi di euro di indotto e 200 mila unita’ lavorative. Una occasione che non si puo’ certamente perdere e a cui bisogna arrivare ben preparati per coglierne tutte le opportunita’.
C’e’ gia’ overbooking, con 60 padiglioni, piu’ di Shanghai 2010, che ne aveva 42. L’expo dovra’ segnare per l’Italia il punto di svolta per l’economia e per l’immagine internazionale.
Attesi 20 milioni di visitatori da oltre 1402 paesi. Un milione di metri quadri la superfice espositiva . i benefici attesi per il turismo si attestano a 5 miliardi di euro.
L’occasione per lasciarsi alle spalle gli errori del passato, fare sistema e ripartire, sfruttando al meglio le sinergie tra territori e settori diversi.
Grandi le attese, ma l’Expo ha gia’ cominciato a produrre effetti, e continuera’ a farlo anche dopo. Una ricerca sull’impatto economico promossa dalla Camera di commercio di Milano evidenzia che le maggiori possibilita’ per il lavoro si concentreranno nei sei mesi dell’evento, ma anche nei sei mesi successivi. 191 mila le persone c he troveranno una occupazione fino al 2020. Ora l’occupazione si concentra nel settore delle costruzioni , dei servizi alle imprese e nell’industria. Durante l’Expo saranno soprattutto turismo, ristorazione e servizi a dare posti di lavoro, mentre il post evento attirera’ personale nell’industria , nei servizi alle imprese e nel commercio.
Il valore aggiunto , cioe’ l’incremento lordo generato dall’attivita’ economica ammontera’ a circa 10 miliardi di euro.
Una opportunita’ irripetibile per valorizzare il vero Made in Italy alimentare, far conoscere la ricchezza e l’unicita’ delle nostre produzioni, il savoir faire  dei migliori artigiani del cibo ma anche di una industria alimentare che non teme confronti. Un’onda di positivita’ che si dovra’ pero’ trasmettere a tutto il territorio nazionale, che dovra’ essere pronto ad accogliere.
Ma soprattutto Milano dovra’ dare al mondo le soluzioni affiche’ ci sia  un’alimentazione sana , sicura e per tutti . Una grende sfida e una grande occasione. Da non perdere.

Commenti (4)

  1. Thanks for a marvelous posting! I certainly enjoyed reading it, you are a
    great author.I will be sure to bookmark your blog and will come back at
    some point. I want to encourage you to ultimately continue your great work, have
    a nice morning!

    • It’s very kind. A blog is very challengin to manage, but i do my best to spread news about topics that seem interesting.

  2. Hello, i read your blog from time to time and i own a similar one and i was just curious if you get a lot of spam remarks? If so how do you protect against it, any plugin or anything you can suggest? I get so much lately it’s driving me crazy so any support is very much appreciated.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *