PARMINon accenna ad attenuarsi la flessione della domanda interna in italia, anche di alimentari. E’ il segno piu’ evidente di una crisi che sta sfibrando il paese e che continua senza interruzione dal 2008. Oggi l’ennesima conferma dall’ISTAT.
E pensare che prima di quell’anno la spesa alimentare era considerata incomprimibile e anticiclica. Ora quasi il 60% degli italiani sceglie gli alimentari solo in base al prezzo, ed è alla continua ricerca di offerte speciali e tre per due.
L’inflazione frena e l’allarme cresce per una situazione economica che sembra bloccata in una strada senza uscita.
Dal 2008 sono stati persi 12 miliardi di consumi solo per la spesa alimentare. In pratica siamo tornati ai livelli di trenta anni fa. Solo i discount vedono aumentare il numero dei loro clienti.PARMI 4
Per i produttori agricoli è l’export la sola via di salvezza, ed anche il commercio on line, come testimonia, ad esempio, il successo di due ragazzi pugliesi che sono tornati dalla Cina per lanciare un portale di prodotti tipici italiani.
Aiuta poi il superamento di intralci e barriere all’export. Oggi è stata sbloccata la commercializzazione di Parmigiano Reggiano e Grana Padano in Corea del Sud, dopo che l’autorità coreana ha verificato che la sicurezza microbiologica di questi prodotti è equiparabile a quella prodotta con il latte pastorizzato.
Si risolve così con successo una controversia che aveva causato danni all’export e che bloccava la commercializzazione di queste due bandiere del made in Italy dall’inizio del 2014.
Il mercato della Corea del Sud per l’agroalimentare italiano ha superato i 124 milioni di euro di valore, con una crescita di quasi il 30% dal 2012.
Crescente l’impegno delle autorità italiane nella difesa dei prodotti a denominazione. Nel 2014 in 140 casi sono stati fatti rimuovere dagli scaffali del mercato europeo prodotti che violavano le norme sulle indicazioni geografiche. Negli anni scorsi interventi analoghi erano non più di una decina all’anno. Ricordiamo il finto olio toscano sugli scaffali di Harrod’s a Londra, che fu fatto ritirare.
PARMI 3Grana e Parmigiano Reggiano sono tra i prodotti italiani più imitati al mondo.
Il consorzio di tutela del Parmigiano ha compiuto 80 anni : sancì l’unione di migliaia di piccoli e piccolissimi allevatori e centinaia di microimprese di trasformazione artigianale e al tempo stesso legò il Parmigiano a un preciso territorio – le province di Parma, Reggio Emilia, Modena e parte delle province di Mantova e Bologna in cui aveva avuto origine intorno all’XI secolo grazie ai monaci benedettini.

Il sistema Parmigiano oggi vale quasi due miliardi di euro, senza considerare l’indotto.
Un prodotto che è un monumento del gusto e del sapore italiano.

 

 

 

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *