REFETTORIO AMBROSIANO: BELLO, BUONO, GIUSTO

E’ NELLA MENTE DI MASSIMO BOTTURA, LO CHEF MODENESE TRISTELLATO, VOLTO DELLA CUCINA ITALIANA A EXPO 2015, ED ORA ANCHE CHEF NUMERO 2 AL MONDO SECONDO 50 BEST RESTAURANTS SANPELLEGRINO, CHE E’ NATA L’IDEA DEL REFETTORIO AMBROSIANO.

INSIEME A DAVIDE REMPELLO, CURATORE DEL PADIGLIONE ZERO DI EXPO E CON LA COLLABORAZIONE DELLA CARITAS DI MILANO, BOTTURA HA INAUGURATO QUALCHE GIORNO FA QUESTA MENSA MOLTO PARTICOLARE, DOVE IL BUONO E IL BELLO SONO A DISPOSIZIONE DEGLI ULTIMI.

UN PROGETTO EMOZIONANTE, FORSE IL PIU’ BELLO IN QUESTO MOMENTO A MILANO,  CHE CONIUGA SOLIDARIETA’, ARTE, BELLEZZA, GRANDE CUCINA, RECUPERO DEL CIBO.

IN QUESTA MENSA SUI GENERIS , UN VECCHIO TEATRO RISTRUTTURATO NEL PERIFERICO QUARTIERE GRECO, PER I PROSSIMI MESI SI ALTERNERANNO AI FORNELLI I MIGLIORI CHEF DA TUTTO IL MONDO, CHE SERVIRANNO 96 PASTI AL GIORNO, A PRANZO AGLI STUDENTI E A CENA AI SENZATETTO, CUCINANDO  CON GLI SCARTI DI TUTTI I PADIGLIONI DI EXPO.

MERCE NON PIU’ VENDIBILE MA ANCORA IN BUONO STATO E COMUNQUE UTILIZZABILE, LAVORATA CON SAPIENZA, CHE PUO’ ESSERE PORTATA IN TAVOLA ANZICHE’ BUTTATA VIA.

ALL’INGRESSO UNA SCRITTA : “ NO MORE EXCUSES”, E IL BEL PORTALE DI MIMMO PALADINO. PASSARE DALLE PAROLE AI FATTI INSOMMA .

UN LAVORO INCESSANTE FATTO DA VOLONTARI, CHE FINORA HA CONSENTITO DI RECUPERARE PIU’ DI TRE TONNELLATE DI CIBO, E CHE CONTINUERA’ FINO ALLA FINE DELL’ESPOSIZIONE .

IL 14 LUGLIO E’ ATTESO IL GRANDE CHEF ALAIN DUCASSE, MAESTRO E GRANDE AMICO DI BOTTURA, CHE RENTERPRETERA’ IL PANE SECCO.

UNA SFIDA NUOVA OGNI GIORNO, CHE METTERA’ ALLA PROVA  LA CREATIVITA’ E L’INGEGNO.

UNA CUCINA CHE PORTA ALLA MAGGIORE ESALTAZIONE INGREDIENTI SEMPLICI E DI RECUPERO, BEN RAPPRESENTATA DAL DESSERT SIMBOLO DI BOTTURA:  “PANE E’ ORO” FATTO RECUPERANDO PANE, LATTE E ZUCCHERO.

UN SOGNO CHE SI REALIZZA PER LO CHEF MODENESE, CHE SI E’ LANCIATO NELL’IMPRESA CON L’ENTUSIASMO CHE LO CONTRADDISTINGUE.

“SE LO PUOI SOGNARE, LO PUOI FARE”, DICEVA ENZO FERRARI, SUO CONTERRANEO, FRASE CHE BOTTURA RIPETE SPESSO.

IL REFETTORIO AMBROSIANO SARA’ UNO DEI LASCITI DI EXPO ALLA CITTA’ DI MILANO. RESTERA’ COME LUOGO PER INCONTRI CULTURALI DI EDUCAZIONE ALIMENTARE E ARTISTICA.

UN LUOGO PIENO DI BELLEZZA E CULTURA, CHE CONTIENE TAVOLI ARTISTICI FATTI DA GRANDI ARCHITETTI, SEDIE  E LAMPADE DI DESIGN, UN ENORME AFFRESCO DI ENZO CUCCHI  E UN’OPERA DI CARLO BENVENUTO SUL TEMA DEL PANE E DELLA TAVOLA.

“I POVERI HANNO FAME DI PANE E DIGNITA’”, HA DETTO IL CARDINALE ANGELO SCOLA, QUI SI VUOLE AIUTARE LE PERSONE A INSERIRSI DI NUOVO NELLA SOCIETA’.

SPETTACOLARE LA GRANDE CAPPA RICOPERTA DI RAME CHE SOVRASTA LE CUCINE, DOVE LAVORERANNO CHEF DEL CALIBRO DI MORENO CEDRONI, MAURO ULIASSI, DAVIDE OLDANI , ANDREA BERTON, ENRICO CRIPPA, DAVIDE SCABIN , RENE’ REDZEPI, MARIO BATALI.

IL REFETTORIO , INSOMMA, SARA’ IL PUNTO DI CONGIUNZIONE TRA ALTA CUCINA E SOLIDARIETA’, LA DEFINITIVA E IRREVERSIBILE CONSACRAZIONE DEL RUOLO SOCIALE DEGLI CHEF.

CHE STA SMUOVENDO LE COSCIENZE, NON SOLO IN ITALIA.

LO CHEF GASTON ACURIO, AD ESEMPIO, VUOLE RIPETERE L’ESPERIMENTO NEI QUARTIERI POVERI DI LIMA. E C’E’ POI LA FRANCIA, CHE PER PRIMA HA PROIBITO LO SPRECO ALIMENTARE NEI SUPERMERCATI, ED ANCHE IL “ NO WASTE MONDAY “  NEI PAESI DEL NORD EUROPA.

“NO MORE EXCUSES”, QUALCOSA E’ CAMBIATO PER SEMPRE.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *